Orari e info

Esaltazione della santa Croce

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Fosse rimasto a Nazaret continuando a fare il carpentiere come Giuseppe, non gli sarebbe successo nulla. Se noi oggi esaltiamo la Croce su cui i suoi aguzzini l'hanno inchiodato dopo indicibili torture, è perché Gesù ha scelto di salvare gli uomini rivelando di essere il Figlio di un "Dio Diverso" di cui Lui rispecchiava il volto. Non soltanto del Creatore, del Legislatore, del Giudice, del Signore, ma del Padre che comprende, perdona, riabbraccia il figlio perduto, si schiera decisamente a favore degli ultimi. Questo ha terribilmente infastidito i puri, i ricchi, i tutori della lettera della legge e non del suo spirito che è l'amore, i giudici che amano sostituirsi a Dio nello stabilire chi è giusto e chi non lo è, chi si salva e chi è perduto.

Questo Figlio del Dio Diverso ha osato infrangere il tabù della "paura di Dio" sostituendola con l'amore. Non più un rapporto con Dio basato sull'osservanza scrupolosa di una quantità di precetti, perché neanche l'amore tra marito e moglie, tra genitori e figli, può essere codificato in formule dettagliate, ma un amore senza limiti. "La misura dell'amore è amare senza misura" diceva S. Agostino. All'amore smisurato di Dio non si può rispondere che con un crescendo d'amore verso Lui e verso tutti i fratelli di ogni razza e nazione, ugualmente figli dello stesso Padre.

In un contesto culturale e ambientale, qual era quello di 2000 anni fa e che poi è del tutto simile al nostro, Gesù di Nazaret dicendo queste cose e confermandole col suo esempio e con i suoi prodigi, non poteva non finire in croce. Ma se questo avvenisse oggi, ci penseremmo noi a ricorrere ai ripari, denigrandolo con i nostri mezzi mediatici ed eliminandolo come rivoluzionario pericoloso. È quello che il mondo sta facendo a tutti coloro che ne seguono l'esempio. Per questo esaltiamo la Croce e non malediciamo gli ebrei. Forse hanno fatto soltanto quello che avrebbero fatto o farebbero molti di noi...

dal Notiziario del 10 settembre 2000

Indirizzo e contatti

Siamo a Sesto Fiorentino (Fi)

  • Via Antonio Gramsci 691
  • +39 055-442753
  • santacroceaquinto[at]gmail.com

Orari S. Messe

 Giorni feriali: 8:30 ~ 17:30

Mercoledì: 9.30 al Cimitero maggiore di Sesto

Sabato e vigilia di festa: 18:00

Domeniche e festivi: 8:00 ~ 10:00 ~ 11:30 ~ 18:00

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.